Digitalis

Digitalis
Il rimedio omeopatico Digitalis si ottiene dal succo estratto dalle foglie fresche di Digitalis purpurea raccolte in primavera, prima che la pianta fiorisca.
Questa pianta, chiamata anche “oppio del cuore”, sia nella medicina allopatica tradizionale sia in omeopatia è utilizzata per lenire le malattie cardiache.


Digitalis purpurea
La Digitalis purpurea è una pianta erbacea originaria dell’Europa centro meridionale.
Cresce spontaneamente sia nei boschi, sia nelle zone aride e deve l’origine del suo nome scientifico alle particolari caratteristiche del suo fiore. Infatti, Digitalis sta per “dita” facendo allusione alla forma della corolla dei fiori, raccolti in grappoli pendenti, che ricorda delle campanelle allungate; purpurea deriva invece dal colore dei petali violacei all’interno e rosso porpora all’esterno.
La digitale è una pianta che nella medicina popolare veniva usata per curare le ferite, ma in epoca classica, ai tempi degli antichi greci e romani, l’aspetto grazioso della Digitalis ha condizionato il suo utilizzo per scopi solamente ornamentali.
Le sue proprietà farmacologiche vennero scoperte solamente alla fine del 1500 grazie al medico francese Jodocus Marchius Montesio di Berg a Strasburgo, autore del libro “De simplicium medicamentorum facultatibus” dove la Digitalis purpurea era annoverata come pianta dalle virtù cardioattive.
Questa qualità fu confermata da alcune ricerche cliniche condotte nel 1700 dal medico italiano Giovanni Rasori che ne scoprì anche un’ulteriore effetto diuretico.
In erboristeria Digitalis veniva impiegata anche per curare diverse patologie, tra cui l’epilessia e altri disturbi convulsivi.
Sia nella medicina allopatica, sia in omeopatia Digitalis è un rimedio chiave per le malattie cardiache come l’insufficienza cardiaca e le irregolarità del battito con sintomi quali epatomegalia, dispnea, edemi e cianosi periferica.

Rimedio omeopatico Digitalis e benefici
Il rimedio Digitalis in omeopatia agisce sul polso lento, debole o quando la frequenza è irregolare con i seguenti sintomi:

– insufficienza cardiaca;
– debolezza e svenimento;
– palpitazioni al minimo movimento;
– ipertrofia epatica;
– sensazione che il cuore si fermi;
– necessità di rimanere immobili;
– senso di vuoto allo stomaco e nausea alla sola vista dell’odore del cibo.

La sensazione che si avverte è come se il cuore dovesse smettere di battere al minimo movimento.
Si possono aggiungere problemi al fegato, come l’epatite.

Indicazioni generali
Il rimedio Digitalis è indicato nei casi acuti e cronici: ne giovano in particolar modo gli anziani, le donne, i neonati e i bambini con disturbi cardiorespiratori.
È utile anche ai cardiopatici con sintomi quali aritmie, bradicardia, crisi anginose, dispnea, asma cardiaca, insufficienza ventricolare sinistra o scompenso globale con edemi e oliguria.

Generalmente, l’azione terapeutica del rimedio ha effetto su:
– l’apparato cardiocircolatorio;
– l’apparato digerente in caso di vomito, diarrea, congestione epatica e ittero;
– il sistema nervoso rispetto a sintomi quali vertigini, cefalea, sensazione di pesantezza alla testa, ronzii e disturbi visivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *